Pantalica e la Valle dell Anapo

SR

Un percorso archeologico-naturalistico nel cuore dell’altopiano Ibleo, un panorama scolpito nel corso dei millenni dal fiume Anapo e dal torrente Cava Grande, pareti di roccia bianca, intarsiate dalle grotte artificiali dell’antica necropoli, che precipitano ripide dando origine ai vasti Canyon (Cave).

Pantalica, Monti Iblei

Monti Iblei a Pantalica - Foto di RedMade

La riserva, situata in provincia di Siracusa, interessa i comuni di Sortino, Ferla, Cassaro, Buscemi e Palazzolo Acreide, un territorio estremamente vasto attraversato un tempo dalla ferrovia Siracusa-Ragusa-Vizzini.

Pantalica, la necropoli

la necropoli di Pantalica - Foto di RedMade

La vecchia strada ferrata non esiste più ma rimangono a testimonianza della stessa le numerose Grotte/Gallerie, dove si gode la totale assenza di luce, disseminate lungo gli oltre 10km del percorso principale.

Pantalica, Grotta dei Pipistrelli

Grotta dei Pipistrelli a Pantalica - Foto di Netpatxi

Dal corso dell’Ex ferrovia si snodano diversi sentieri che permetto di raggiungere alcuni spiazzi in corrispondenza dei due corsi d’acqua o di muoversi verso le vette dell’altopiano per godere del panorama da posizione privilegiata.

Pantalica, Torrente Cava Grande

Torrente Cava Grande nella Valle dell'Anapo - Foto di RedMade

Particolarmente interessante è la vista alla Necropoli di Pantalica, le piccole grotte dall’imbocco quadrato, dal 2005 Patrimonio dell’Unesco, testimoniano l’antica presenza di civiltà pre-greche, la loro fitta trama geometrica in contrasto con l’irrazionalità delle pareti regala vedute molto suggestive.

Pantalica, la necropoli

La necropoli a Pantalica - Foto di RedMade

Una meta adatta agli amanti del trekking, che apprezzeranno lo spazio sconfinato ed i lunghi sentieri, agli amanti del relax, che potranno godere degli angoli paradisiaci a bordo fiume, a tutti gli amanti del turismo culturale, con le oltre 5000 tombe a grotticella lascito di antichissime civiltà.

Pantalica, Galleria

Gallerie nei sentieri di Pantalica - Foto di RedMade

I SENTIERI DELLA RISERVA
da “carte delle aree naturali protette sicilianePantalica, Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande“:

1 – Saramenzana (0,97 km) dall’ingresso fusco: discendente al greto del fiume Anapo e risale, poi, sino all’area archeologica.

2 – Bisanti (1,25 km) costeggia il fiume Anapo, dispensando una bella vista della necropoli nord e raggiunge il sentierio I.

3 – Necropoli Nord (1,35 km ) imboccato dal sentiero I o dalla strada regionale II da Sortino, discende al torrente Calcinara, guadato il quale risale, sul versante opposto, sino alla strada per Ferla.

4 – Anaktoron (1,35 km) : dal tracciato dell’Ex ferrovia raggiunge, risalendo dal fondo valle, il villaggio bizantino di San Nicolicchio e i resti del palazzo del principe.

5 – Selle di Filipporto (1,1 km): ha inizio nei pressi della Ex stazione ferroviaria di Pantalica, e conduce al villaggio bizantino di San Micidiario ed alla necropoli Filipporto per concludersi sulla strada regionale 2, dalla quale si possono imboccare i sentieri 3 e 4.

6 – Fonte del Giglio (o,3 km) : dalla ex ferrovia sino all’Anapo ed alla sorgente del Giglio.

7 – Sentiero ciclo-pedonale Giarranauti (4 km) : dall’ingresso di Contrada Palombazza sino all’altopiano di Giarranauti (per la fruizione di mountainbike è necessario prenotare)

Condividi: