Messina

ME

Situata nella parte nord-orientale della Sicilia, Messina è separata dal continente da una striscia di mare di 5 km denominata Stretto di Messina.

Messina, lo stretto

Lo stretto di Messina che separa la Sicilia dalla Calabria - Foto di RedMade

La città, chiamata “porta della Sicilia” è tappa obbligata per il traffico automobilistico diretto dal continente all’isola e viceversa,

Messina, traversata sul traghetto

Traversata dello stretto di Messina sul traghetto - Foto di Red-Made

la fitta rete di traghetti che fa la spola tra l’Italia peninsulare e la Sicilia viene accolta dal primo monumento cittadino, la statua in bronzo dorato della Madonna della Lettera, Patrona della città, che fa sfoggio di se dal Forte del Santissimo Salvatore all’imbocco di uno tra i maggiori porti d’Italia.

Messina, Madonna della Lettera

Messina, Madonna della Lettera - Foto di RedMade

Città di grande pregio logistico nel corso dei secoli è divenuta una tre le più importanti del mediterraneo, la storia tragica degli ultimi secoli è però stata caratterizzata da grandi calamità naturali, ultima il maremoto del 1908, e da bombardamenti intensi durante i conflitti mondiali, eventi tragici che hanno cancellato in parte i segni del glorioso passato.

La città dallo stile moderno conserva però alcuni siti di interesse storico sottratti alla distruzione, molto bello il centro antico dove sorge l’elegante Duomo costruito in marmi policromi e pietra,

Messina, Orologio del campanile

Messina, calendario perpetuo del campanile - Foto di Ialla

Messina, campanile del Duomo

Campanile del Duomo di Messina - Foto di Vito Manzari

nella piazza dello stesso si può ammirare la prima di una folta schiera di fontane incastonate nella città, la Fontana dell’Orione;

Messina, fontana dell'Orione

Fontana dell'Orione a Messina - Foto di Vito Manzari

un’altra celebre fontana, la Fontana di Nettuno di fronte al Palazzo della Prefettura, regala l’immagine del dio che incatena Scilla e Cariddi conquistando il dominio del mare dello Stretto.

Il suolo cittadino conserva una mole significativa di Edifici di pregio come Palazzo Tremi, caratterizzato da elementi decorativi affrescati sulla facciata, la storica Università restaurata all’inizio del XX secolo; altri edifici di pregio, Chiese e i monumenti suggestivi spiccano nella Messina divisa tra il tenace passato e la modernità.



Condividi: